Leonardo Francescon

Leonardo Francescon

Leonardo Francescon (pianoforte) inizia gli studi musicali all’età di undici anni e due anni dopo entra al conservatorio di Rovigo “Francesco Venezze” sotto la guida del Maestro Raffaele D’Aniello.

Successivamente la sua formazione musicale è affidata alla signora Muriel Chemin con la quale studia per quasi cinque anni presso il conservatorio di Venezia “Benedetto Marcello”.

Ha partecipato alle masterclass tenute dai maestri Luca Trabucco, Roberto Prosseda, Sandro Cappelletto, Enrico Stellini, Pietro De Maria e Brenno Adelchi Ambrosini.

Inoltre ha partecipato più volte ai corsi di perfezionamento musicale tenuti a Norcia, Chianciano Terme e Foligno con i maestri Raffaele D’Aniello, Enrico Stellini e Alessandro Drago esibendosi ai concerti serali.

Leonardo partecipa ad un corso intensivo con l’illustre docente e pianista Sebastian Colombo a Bruxelles entrando in contatto con la scuola pianistica di Vincenzo Scaramuzza, insegnante di alcuni dei più importanti pianisti del XX secolo.

Ha preso parte ai concorsi musicali nazionali ed internazionali classificandosi ai concorsi di Belluno e Piove di Sacco.

Selezionato per la partecipazione di Piano city Pordenone 2021 collabora anche con l’associazione “Agimus” Padova con concerti sia in veste di solista sia in veste di camerista.

Insieme a Francesca Michelis e Gabriele Tai forma un trio con il quale ha partecipato al progetto “Simultaneo Ensemble 2017” che consente alle migliori formazioni cameristiche di esibirsi in varie sedi dei conservatori del Veneto.

Leonardo, inoltre, con il suo trio è stato invitato a tenere un concerto all’Asiago Festival 2017 sotto la direzione artistica di Julius Berger, partecipando ad una masterclass con il violoncellista Claudio Pasceri.

Presso il conservatorio di musica “Arrigo Boito” di Parma, Leonardo consegue il titolo di triennio e biennio con il massimo dei voti e lode sotto la guida Maestro Raffaele D’Aniello, presentando una tesi monografica in via di pubblicazione sull’opera “Iberia” di Isaac Albéniz dal titolo: “Con anima: il suono ed il suo dove in Isaac Albéniz”.

Affronta anche un secondo biennio di musica da camera con Cecilia Franchini e la pianista di chiara fama internazionale Maria Perrotta.

Leonardo Francescon